sabato 22 gennaio 2011

Il trionfo della mignottocrazia



L'anno si è aperto con ancora piu scottanti rivelazioni sul Rubygate, lo scandalo sessuale in cui è coinvolto il premier. Ne abbiamo sentite di tutti i colori..ma quello che fa piu rabbrividire non è tanto che il premier vada con le prostitute..in fondo da che mondo è mondo cortigiane, "escort" e via dicendo sono sempre esistite e si sono accompagnate anche a potenti..ciò che fa più indignare è che quello che è successo nella residenza del premier è specchio dell'italia di oggi. In una delle intercettazioni si legge: "se cade il governo e Berlusconi non mi compra la casa, resterò una pezzente con la laurea, perchè che ci faccio con un lavoro di 800€ al mese?" Ecco, quello che emerge è uno spaccato della nostra crisi..mentre le cortigiane di un tempo erano anche donne "carismatiche", capaci di orientare le scelte politiche dell'uomo queste donne invece sono ragazze normalissime che considerano la prostituzione come una strada qualunque per sistemarsi, per avere un futuro. La prova di questo è che nelle intercettazioni non ne parlano con pudore o vergogna, ma addirittura si vantano con le amiche e- udite udite- con i genitori, che le incoraggiano in tal senso. Signori questa è l'italia di oggi..il trionfo della mignottocrazia. O tempora o mores!

5 commenti:

sospesanelviola ha detto...

un'italia triste, a mio parere, e stanca.ma non giustificabile.

Chiara ha detto...

Mignottocrazia e grande fratello: più passa il tempo e più mi sembra che passare anni e anni a studiare sia soltanto una perdita di tempo

Kylie ha detto...

Io credo che non tutte le ragazze siano così, ma una buona fetta cerca delle scorciatoie per avere qualcosa. In ogni caso gli uomini rimangono dei poveretti e il tempo che passa non li progredisce.

Buona settimana!

Igor ha detto...

@sospesa

hai perfettamente ragione!

@chiara

non scoraggiarti, studiare non è mai inutile ;)

Igor ha detto...

kylie

certo, aggiungerei per fortuna non tutte le ragazze sono cosi ;)