lunedì 21 maggio 2012

La Vita che fugge






Scusate l'assenza ma sono successe un pò di cose, alcune positive altre non troppo, che mi hanno tenuto impegnato..e, anche se sui social network ci sono sempre, tenere un blog non è facile, ormai questo blog "sopravvive"..non so fino a quando :D
E anche in italia in quest'ultima settimana è successo un pò di tutto. Prima il tragico scoppio di una bomba a Brindisi, davanti a una scuola, che ha visto la tragica morte di una ragazzina di 16 anni. Non si sa ancora il preciso movente di questo gesto, ma qualunque sia è difficile accettare che l'uomo a volte sembra camminare all'indietro, verso la barbarie. Sembra che a volte il progresso si arresti..se un uomo decide di togliere la vita a degli studenti...a Melissa..che quella mattina non sapeva che quella era la sua ultima colazione..che ha perso la vita all'inizio di un mattino di primavera, quando la scuola sta per finire e hai tutta l'estate e una vita davanti.

E la stessa notte, a quanto pare i Maya avevano previsto per il 20 maggio un grande terremoto, Un sisma molto forte colpisce il Nord Est e si contano finora 4000 sfollati. Dei terremoti l'immagine che mi ha sempre colpito è quella delle chiese crollate, in particolare i campanili...quegli orologi spezzati in due...simbolo della natura, che si fa amare e temere allo stesso tempo, che quando decide di fermare il tempo...ci riesce. E in questo 2012 sembra che non ci facciamo mancare niente...ormai ho paura di sentire i telegiornali...

ma in tutto questo dolore lasciatemi spendere anche una parola di gioia per il mio Napoli che dopo 22 anni torna a vincere la coppa Italia e togliendosi anche la soddisfazione di imporre alla odiata juventus la prima e unica sconfitta della stagione. La vita è fatta anche di piccole gioie.


6 commenti:

The Dreamer ha detto...

Ciaoooo blogger! Sui primi due avvenimenti ci sono pochi commenti da fare. Si sono spese già troppe parole e adesso bisogna passare ai fatti.

Su l'ultima notizia, c'è tanto da dire. Non potevamo mica vincere tutto già al primo anno di ritorno ai livelli che ci competono! Era giusto regalare una piccola soddisfazione ad una squadretta che ha avuto una stagione fallimentare. Ahahahahahh scherzo, avete meritato di vincere ed è giusto così.

Buona giornata, passa a farmi visita se ti fa piacere. Ciauu.

Giulia ha detto...

Grazie per i complimenti, sono contenta che ti sia piaciuto il blog e spero di vedere presto le tue foto :)

IO sono molto tifosa del Palermo, l'anno scorso eravamo noi in finale di Coppa Italia e so che cosa vuol dire stare in quello stadio e vivere quelle emozioni. Anche se non so cosa voglia dire vincerla, so solo che ho pianto un ora e mezza in quello stadio. Comunque complimenti !
Bisogna pensare alle piccole gioie della vita per non fossilizzarsi troppo su quelle brutte.
Dobbiamo pur sempre continuare a vivere !

Chiara ha detto...

Ciao Igor!
Assente anche tu dal blog, forse stai ancora festeggiando il Napoli?
Scherzi a parte, quando ha vinto ho pensato a te. Ti ho immaginato saltellare per le vie della tua città con una mega bandiera svolazzante in mano.

Per gli altri due tristi avvenimenti, credo non ci sia molto più da dire. Ho perso le parole adatte alle tragedie; certe volte penso siano inutili.

A presto!

ps: ogni tanto sbircio sul tuo twitter.

Serena ha detto...

Grazie per il tuo commento, e ovviamente per aver letto il mio post. Condivido assolutamente il tuo pensiero, l'Emilia si rialzerà ma non per fare a gare con L'Aquila!
Ormai l'immagine che mi colpisce di più non è quella dell'orologio spezzato, che pure ha in sè un qualcosa di angosciante, ma delle fabbriche, delle aziende agricole, dei capannoni crollati, i pannelli solari accartocciati come plastica...Però in tv queste cose mica le fanno vedere.

Sono piccole gioie, hai ragione :) Da "atea di calcio" sono felice di questa vostra vittoria!
Buona serata!
Serena

Igor ha detto...

@the dreamers oddio stagione fallimentare non tanto considerando che il mercoledi sera, fino a metà marzo il san paolo era pieno per la champions, mentre gli juventini erano in tv a vedere "chi l'ha visto"...ih ih scherzo pure io..grazie per la visita, e passo presto da te ;)

@giulia ah siciliana sei :)) grazie a te per la visita e a presto :)

@chiara
si ogni tanto riesco ad affacciarmi su questa "finestra", eppure ci tengo molto..chissà che non riesca a diventare piu costante.
ahahhaah certo che internet a volte è ingannevole: mi hai immaginato cosi ma non sono proprio il tipo!non so perchè in rete gli altri si fanno un'immagine di me lontana dalla realtà..sono un tipo tranquillissimo, timido, introverso..pensa che quando segna il napoli faccio appena un urletto che neanche si sente..sono un tipo che non lascia trasparire le emozioni, non so se è un pregio o un difetto...
ahaha mi spii su twitter??!! dai iscriviti pure io, sono sicuro avresti tanti follower ;) un bacione

@serena
grazie per la visita!! eh si condivido pienamente quello che dici :)

Chiara ha detto...

Ma sì, Igor, lo sappiamo: sei un timidone in realtà.
Certo però che un uomo che non festeggia come se fosse Capodanno al goal della propria squadra del cuore è una rarità!